In caso di neve

Con la neve l’aiuto di tutti è prezioso!

In caso  di neve tutti hanno la loro parte di lavoro da svolgere: il comune ma anche i cittadini e le cittadine.
Secondo l’Ordinanza Sindacale 12 gennaio 1998 e il testo dell’art. 18 del Nuovo Regolamento di Polizia Urbana del 18 aprile 2002, ecco cosa devono fare i proprietari di immobili e i negozianti per rendere le strade più sicure per tutti.

  • Tenere sgomberato dalla neve il marciapiede o il tratto di suolo pubblico per uno spazio di 2 metri lungo tutto il perimetro della casa, proprietà o negozio. Non pulire solo davanti all’ingresso.
  • Raccogliere la neve lungo il bordo del marciapiede. Attenzione la neve non deve invadere la strada né ostruire scarichi e pozzetti stradali!
  •  Rimuovere la neve da tetti spioventi, cornicioni, balconi e alberi. Se si è formato il ghiaccio, rompere con cautela i ghiaccioli pendenti.
  •  Spargere lungo tutto il perimetro della casa, proprietà o negozio sale, segatura, sabbia o altro materiale che impedisca ai passanti di scivolare. Attenzione: non gettate acqua o liquidi che possono congelare!

Anche i titolari di autorizzazioni di occupazioni di suolo pubblico rilasciate dal Comune hanno l’obbligo di mantenere pulito dalla neve il tratto da loro occupato.
Si raccomanda a tutti di agire il più in fretta possibile e comunque di non lasciare passare più di 12 ore dall’inizio della nevicata.

I cittadini e le cittadine, da parte loro, devono prestare la massima attenzione ai pericoli causati da neve e gelo, indossando calzature adeguate e usando la massima cautela negli spostamenti a piedi e nell’utilizzo di mezzi propri o trasporti pubblici.

manifesto-neve-1

Cosa fa il Comune quando nevica

Il Comune adotta misure per evitare i pericoli che derivano dalle nevicate e dalla formazione di ghiaccio sulle strade, sui marciapiedi e piazze, cioè sparge sabbia e prodotti che impediscono la formazione del ghiaccio e predispone segnalazioni. Il Comune non può, di principio, essere ritenuto responsabile dei danni derivanti dallo slittamento su strade ghiacciate o coperte di neve.

In caso di nevicate sono previsti 5 livelli di intervento:

  • Livello 1 – preallarme sulla base delle previsioni meteo

Il livello 1 del Piano di emergenza neve si attiva prima che inizi a nevicare o a gelare, in base alle previsioni meteo pubblicate da ARPA Lombardia.
Area Sud  è l’azienda responsabile della pulizia della città anche in caso di neve, per questo mette in atto il  Piano di intervento.
Gli uffici comunali, valutate le previsioni meteo e l’evolversi delle temperature, confermano l’attivazione del livello 1 con una chiamata agli operatori di Area Sud, che devono entrare in servizio. Area Sud sparge il sale sulle principali arterie della città, sui passaggi pedonali e vicino ai siti sensibili (come ad esempio scuole, fermate di bus e metrò, ospedali…). La salatura avviene di norma tra le 14 e le 4 ore prima dell’inizio della nevicata o dell’annuncio della gelata.

  • Livello 2 – immediatamente successivo all’avvio di ogni nevicata

Il livello 2 del Piano di emergenza neve si attiva automaticamente appena inizia a nevicare. Può essere sospeso se le previsioni meteo dell’Arpa Lombardia prevedono pioggia o miglioramenti.  Entro 2 ore dall’attivazione del livello 2 del Piano, Area Sud sparge sale misto a sabbia in tutte le strade comunali, sui passaggi pedonali e sui marciapiedi, creando dei percorsi per le persone.

  • Livello 3 – al raggiungimento di 2 cm di manto nevoso

    Il livello 3 del Piano di emergenza neve si attiva quando la neve raggiunge i 2 centimetri di accumulo, a meno che le previsioni meteo pubblicate dall’ARPA Lombardia prevedano pioggia o un innalzamento delle temperature. In questo caso il livello 3 viene disattivato. Prosegue la pulizia di strade, percorsi pedonali e marciapiedi, iniziata nel livello 2 e si attiva la l’organizzazione del livello 4: vengono cioè preparati i mezzi sgombraneve che dovranno intervenire se la neve raggiunge i 5 centimetri di accumulo.

Consigli utili:

    • indossa scarpe adatte, per evitare di cadere o di scivolare
    • presta molta attenzione sulle superfici inclinate, lisce e lastricate
    • non camminare sugli scivoli per le carrozzine in corrispondenza delle strisce pedonali
    • usa l’auto solo se è veramente necessario
    • viaggia sui mezzi pubblici: aiuti il traffico e i mezzi di sgombero.  Non andare in bicicletta
    • attenzione al ghiaccio che può formarsi nelle prime ore della sera
    • non camminare nelle vicinanze degli alberi e stai attento ai blocchi di neve che possono staccarsi dai tetti
    • tieniti aggiornato sul livello di emergenza.
  • Livello 4 – al raggiungimento di 5 cm di manto nevoso

Il livello 4 si attiva quando la neve raggiunge i 5 centimetri di accumulo. Intervengono i mezzi sgombraneve, cioè lame con spandisale, che si occupano di sgomberare dalla neve i percorsi prioritari indicati nel Piano neve. Se c’è la necessità, gli interventi vengono ripetuti. La neve viene anche pulita dai marciapiedi, dalle piazze e dai punti sensibili, come ad esempio scuole, fermate di bus e metrò, mense e ospedali. Vengono creati dei percorsi per il passaggio delle persone.  A questo livello del Piano non è prevista la chiusura di scuole e asili. Quando la neve raggiunge il livello 4 riduci all’indispensabile le uscite in strada.

  • Livello 5 – nevicate eccezionali

Quando la neve continua a scendere senza sosta, si crea una situazione di emergenza che, oltre a rendere difficile la circolazione delle auto e delle persone, provoca una serie di problemi di sicurezza. Il Comune attiva l’unità di crisi. Questa struttura è la cabina di regia che coordina gli interventi delle squadre di lavoro. Le squadre sono composte da operatori e mezzi che si aggiungono ai servizi di Area Sud e vengono inviati nei luoghi indicati dall’unità di crisi per risolvere le criticità. Se nemmeno l’aiuto delle squadre di lavoro riesce a far fronte all’emergenza, il Sindaco chiede supporto al Prefetto e alla Regione per l’invio di ulteriori risorse. Oltre agli interventi sulle strade previsti al livello 4, vengono fatti anche interventi su piante piegate dal peso della neve, che possono diventare pericolose per le persone.
Per rendere più rapido il servizio di sgombero neve, inoltre, il Sindaco può ordinare la sospensione dei mercati, la raccolta dei rifiuti, la limitazione della circolazione e la chiusura delle scuole.

A ognuno di questi livelli corrisponde uno specifico piano di intervento: per es. il Comune procede alla salatura preventiva delle strade o attiva i mezzi sgombraneve e le squadre di spalatori.
I primi 4 livelli si attivano automaticamente e prevedono interventi gestiti con i mezzi ordinari di Area Sud coordinati da tecnici dell’Amministrazione comunale in reperibilità per tutto il periodo invernale.
Il livello 5, che corrisponde a una situazione di emergenza, viene dichiarato dal Sindaco. In questo caso si attiva nella sala riunioni al secondo piano del palazzo comunale una unità di crisi, composta da un gruppo di direttori dell’Amministrazione Comunale, l’addetto alla Protezione Civile e il Direttore di Area Sud, che gestisce il servizio di Igiene urbana.

L’unità di crisi:

  • dirama gli allarmi presso le strutture territoriali
  • coordina ogni intervento sul territorio
  • attiva ogni mezzo necessario e disponibile sia pubblico che privato
  • mantiene i contatti con le forze dell’ordine
  • garantisce il rifornimento di carbolubrificanti, generi di prima necessità e medicinali
  • propone la sospensione di attività collettive, per es. attività scolastica, culturale, sportiva ecc.

 

 

One thought on “In caso di neve

Comments are closed.