ATTENZIONE

Con ZeroC, “Fai fruttare lo scarto”. Il rifiuto umido, una risorsa vicina

ZeroC è la società interamente pubblica nata per sostenere la transizione verso l’economia circolare del
territorio metropolitano i cui soci sono il Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città metropolitana di
Milano, e i comuni di Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano, Pioltello e
Segrate.

ZeroC è impegnata in un progetto molto importante: la simbiosi tra l’attuale termovalorizzatore e il
depuratore, che è già dotato di 2 biodigestori, per convertire l’area situata a Sesto San Giovanni in un polo
green e altamente innovativo, unico in Italia.

Nella nuova struttura opereranno due linee produttive: una dedicata alla dei fanghi derivanti da
depurazione (con produzione di calore, energia elettrica e fertilizzanti) e l’altra alla digestione anaerobica
dei rifiuti umidi urbani (FORSU).

ZeroC vuole sensibilizzare i cittadini sull’importanza di una corretta raccolta differenziata e sul potenziale
derivante dalla valorizzazione della FORSU, il cosiddetto umido e lancia la campagna “Fai fruttare lo scarto”.
L’iniziativa, basata su sei appuntamenti presso i parchi di ciascun comune socio, si conclude il 7 maggio con
gli appuntamenti di Sesto San Giovanni e di Cinisello Balsamo.

Presso il giardino Gianfranco Miglio (cascina Gatti), attività laboratoriali ludico-formative per i bambini e un
tavolo informativo per gli adulti animeranno il pomeriggio del prossimo sabato con l’obiettivo di avvicinare i
cittadini ai temi della transizione ecologica, favorendo lo sviluppo di una cultura della sostenibilità, del
corretto conferimento dei rifiuti e in particolare della valorizzazione dello scarto umido.

thumbnail of Decalogo


Come smaltire i pannolini e i pannoloni dopo esami medici o terapie con radiofarmaci

Dopo aver fatto un esame medico o una terapia con radiofarmaci, i pannoloni delle persone anziane ed i pannolini dei bambini possono presentare tracce di radioattività.
Questa radioattività decade rapidamente, dopo alcuni giorni per gli esami e dopo una settimana per le terapie, ma se il pannolone o il pannolino viene mescolato subito con il normale rifiuto “secco”, al momento dell’arrivo al termovalorizzatore la radioattività può essere rilevata dagli strumenti di controllo.
In questo caso, il mezzo che trasporta i rifiuti viene messo in quarantena fino all’identificazione del rifiuto radioattivo.
Ciò, da un lato tutela l’ambiente, ma dall’altro causa ritardi e maggiori costi nello smaltimento dei rifiuti.
La collaborazione di tutti è, quindi, fondamentale per ridurre i disagi nella raccolta ed i maggiori costi di smaltimento.

Ecco come fare il giusto smaltimento:

  • pannolini e pannoloni che possano contenere feci o urine prodotte nei giorni successivi ad un esame o ad una terapia radiodiagnostici devono essere raccolti in sacchetti separati dagli altri rifiuti
  • i sacchetti ben chiusi devono essere conservati per qualche giorno, possibilmente in un luogo poco frequentato (es. garage, cantina,…);
  • dopo alcuni giorni per gli esami o una settimana per le terapie potranno essere messi nel sacco del “secco”.
  • non devono essere assolutamente messi nel sacco giallo della plastica.

In questo modo renderete un servizio alla collettività, aiutando ad evitare aumenti di costi ed errori nello smaltimento dei rifiuti.


Più raccolta differenziata
Dal 1° marzo sono partiti due nuovi servizi di igiene urbana: il secondo giro settimanale di raccolta del sacco giallo e il ritiro a domicilio degli sfalci d'erba e delle potature per alcune utenze domestiche. Ecco tutte le informazioni su come funzionano.

Raccolta del sacco giallo
Il sacco giallo, per la raccolta di plastica, tetrapak, alluminio, lattine, polistirolo e materiali ferrosi, sarà ritirato due volte alla settimana, invece di una sola. Il giorno della seconda raccolta coinciderà con il secondo giorno di ritiro dell’umido. Ad esempio, se nella tua zona il sacco giallo viene ritirato il lunedì e l’umido viene ritirato il lunedì e il giovedì, dal 1° marzo in questi due giorni verrà ritirato anche il sacco giallo (non più solo al lunedì).

Si evidenzia che solo nelle vie Alfieri, Balilla, Giusti (da Montegrappa a Toti), Monti (da Montegrappa a Masaniello), Saint Denis (da Confalonieri a Magenta) e Toti, in cui al sabato c’è il mercato, il secondo giro di raccolta del sacco giallo viene anticipato a venerdì.

Ti ricordiamo che gli orari per portare fuori i rifiuti rimangono sempre gli stessi: dopo le 23.00 del giorno precedente ed entro le 5.00 del giorno di raccolta.

Ritiro a domicilio di sfalci d’erba e potature
Se abiti in una casa o in una villetta indipendente e curi direttamente il tuo giardino, puoi chiedere il ritiro a domicilio del taglio dell’erba e delle potature.
N.B.: I condomini non possono usufruire del servizio, devono continuare a smaltire questi rifiuti autonomamente.

Come funziona?

Invia una mail a ambiente@sestosg.net con:

  • il nome e cognome dell’intestatario della Tari
  • il tuo numero di telefono per essere ricontattato
  • la foto o scansione del documento di identità valido dell’intestatario della Tari
  • la foto o la scansione dell’ultimo bollettino TARI pagato oppure la dichiarazione Tari

Se la tua richiesta viene accettata, ti consegniamo un bidone per raccogliere i rifiuti.

Quando è pieno, telefona al numero verde 800.32.96.50 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 16: ti verrà indicato il giorno e l’ora in cui Sangalli (la società che gestisce la raccolta dei rifiuti) passerà a svuotarlo.

Numero verde
Dal 1° marzo ci saranno due numeri verdi, attivi dalle 9.00 alle 16.00, orario continuato, dal lunedì al sabato:

800 32.96.50 per le richieste di ritiro ingombranti e raccolte domiciliari
800.09.53.46 per le segnalazioni di disservizi, informazioni e richieste

z